I numeri degli incendi boschivi (2020)

Il 2020 è stato un anno nefasto per quanto riguarda la piaga degli incendi che hanno attraversato la nostra penisola, con i numeri ufficiali che restituiscono solo in parte la gravità di un fenomeno criminale tra i più devastanti, decisamente fuori controllo e ancora sottovalutato, sia sul fronte della prevenzione sia su quello della repressione. I danni cagionati da chi ha bruciato i boschi (e non solo), negli ultimi anni sono infatti incalcolabili, in termini di perdita di biodiversità, in valore economico e in sacrificio di vite umane.
A dare una dimensione più tangibile, sebbene sottostimata, al problema, basta un confronto tra i numeri forniti dalle forze dell’ordine: a fronte di 4.233 reati accertati, nel 2020, le persone arrestate sono state 18 (l’anno precedente erano state solo 10). Ad andare in cenere oltre 62.000 ettari di superficie boscata e non boscata (+18,3% rispetto al 2019), 552 le persone denunciate e 79 i sequestri operati dai Carabinieri del Cufa e dai Corpi forestali delle regioni a statuto speciale.
Il 54,7% dei roghi si è concentrato in Campania, Sicilia, Calabria e Puglia, che sono anche le regioni che guidano la classifica nazionale del fuoco, seguite dal Lazio, dalla Basilicata, dalla Toscana e dalla Sardegna. La provincia più colpita è stata quella di Cosenza, con 366 reati accertati, quindi quella di Salerno con 335, Palermo con 174, Foggia con 172, Potenza con 167 e Avellino con 162. Il trend, come accennato, è purtroppo in crescita già dal 2019, come evidenzia il grafico sugli incendi dal 2006 al 2020, con picchi che si registrano, quasi sistematicamente, ogni cinque anni.

Incendi dolosi  – colposi – generici
Cufa – Cc Cfr Totale
Reati 3.400 833 4.233
Superfice boscata e non boscata (ha) * 62.623
Denunce 458 94 552
Arresti 15 3 18
Sequestri 55 24 79
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale e su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS (2020)
Gli incendi dolosi  – colposi – generici nelle regioni a tradizionale presenza mafiosa
  Campania Puglia Calabria Sicilia Totale
Reati 705 460 567 582 2.314
% sul totale nazionale 54,7%
Superfice boscata e non (ha) 4.326 1.557 9.166 36.321 51.370
% sul totale superfice boscata e non  82%
Denunce 53 28 25 14 120
Arresti 5 0 2 0 7
Sequestri 4 3 6 1 14
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale e su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS (2020)
La classifica regionale degli incendi dolosi  – colposi – generici
Regione Reati % sul totale nazionale Superfice boscata e non  (ha) Denunce Arresti Sequestri
1 Campania 705 16,7% 4.326 53 5 4
2 Sicilia 582 13,7% 36.321 14 0 1
3 Calabria 567 13,4% 9.166 25 2 6
4 Puglia 460 10,9% 1.557 28 0 3
5 Lazio 351 8,3% 3.447 36 4 6
6 Basilicata 284 6,7% 576 61 0 4
7 Toscana 230 5,4% 119 68 2 10
8 Sardegna 198 4,7% 4.782 79 3 23
9 Lombardia 146 3,4% 637 25 0 2
10 Piemonte 142 3,4% 221 36 0 4
11 Liguria 125 3% 0 38 0 2
12 Emilia Romagna 86 2% 0 29 1 4
13 Molise 85 2% 80 8 0 0
14 Abruzzo 72 1,7% 1.195 12 0 2
15 Umbria 70 1,7% 151 15 0 3
16 Friuli Venezia Giulia 42 1% 45 0 0 0
17 Veneto 38 0,9% 0 7 1 1
18 Marche 36 0,9% 0 15 0 4
19 Trentino Alto Adige 9 0,2% 0 0 0 0
20 Valle d’Aosta 5 0,1% 0 3 0 0
  TOTALE 4.233 100% 62.623 552 18 79
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale e su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS (2020)
La classifica provinciale degli incendi dolosi  – colposi – generici
  Provincia Reati
1 Cosenza 366
2 Salerno 335
3 Palermo 174
4 Foggia 172
5 Potenza 167
6 Avellino 161
7 Latina 125
8 Matera 117
9 Lecce 116
10 Catania 96
11 Caserta 95
12 Crotone 94
13 Taranto 90
14 Frosinone 85
15 Bari 76
16 Catanzaro 75
17 Caltanissetta 73
18 Torino 63
19 Napoli 62
19 Enna 62
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2020)
Categorie ItaliaCategorie IncendiCategorie Numeri

L’Italia in fumo. I numeri degli incendi nel 2019

Il 2019 e, purtroppo, anche l’anno che sta per finire, sono stati caratterizzati da un grave riacutizzarsi degli incendi dolosi che riducono in cenere il patrimonio boschivo del nostro paese. Secondo il Dipartimento di Protezione civile, tra il 15 giugno e il 30 settembre 2020 quelli che hanno richiesto un intervento aereo sono stati 180 in più dello stesso periodo del 2019 e ben 750 in più rispetto al 2018. Il maggior numero di richieste di soccorso aereo è arrivato dalla Sicilia e dalla Calabria, che insieme rappresentano circa il 50% del totale nazionale. Sempre nella scorsa estate, i Vigili del fuoco hanno effettuato oltre 11.700 interventi in Sicilia, 9.500 in Puglia, quasi 7.800 nel Lazio, oltre 5.000 in Campania e altrettanti in Calabria. La progressione, negli ultimi due anni, è micidiale: nel 2019 sono andati in fumo 52.916 ettari tra superfici boscate e non, con un incremento del 261,3% rispetto al 2018. I reati accertati sono stati 3.916, con una crescita del 92,5% sull’anno precedente. Il 50,3% dei reati si concentra nelle quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa, dove è andato in fumo il 76% del territorio percorso dal fuoco a livello nazionale, con la Calabria (548 reati) in cima alla classifica.

Incendi dolosi  – colposi – generici nel 2019 
Cufa – Cc Cfr Totale
Controlli     20.638
Reati 3.197 719 3.916
Superfice boscata e non boscata (ha – ettaro) * 52.916
Persone Denunciate 382 59 441
Persone Arrestate 9 1 10
Sequestri 81 31 112
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale e su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS (2019)
La classifica degli incendi dolosi  – colposi – generici nel 2019
Regione Reati % sul totale Persone denunciate Persone arrestate Sequestri
1 Calabria 548 14% 18 2 5
2 Campania 493 12,6% 34 3 9
3 Sicilia 478 12,2% 4 0 2
4 Puglia 449 11,5% 22 0 4
5 Basilicata 296 7,6% 32 0 2
6 Toscana 266 6,8% 63 0 8
7 Lazio 252 6,4% 22 1 5
8 Lombardia 203 5,2% 41 0 11
9 Liguria 191 4,9% 52 1 13
10 Piemonte 150 3,8% 29 1 2
11 Sardegna 137 3,5% 46 1 29
12 Umbria 94 2,4% 24 1 3
13 Abruzzo 75 1,9% 10 0 7
14 Emilia Romagna 65 1,7% 15 0 6
15 Friuli Venezia Giulia 56 1,4% 3 0 0
16 Marche 49 1,3% 15 0 5
17 Molise 43 1,1% 3 0 0
18 Trentino Alto Adige 28 0,7% 0 0 0
19 Veneto 23 0,6% 2 0 1
20 Valle d’Aosta 20 0,5% 6 0 0
  TOTALE 3.916 100% 441 10 112
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2019)
La classifica provinciale degli dolosi  – colposi – generici nel 2019
  provincia Reati
1 Cosenza 303
2 Salerno 219
3 Matera 172
4 Palermo 148
5 Foggia 147
6 Potenza 124
7 Bari 122
7 Catanzaro 122
8 Enna 105
9 Latina 98
10 Crotone 96
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2019)
Categorie ItaliaCategorie IncendiCategorie Numeri

L’Italia in fumo. I numeri degli incendi nel 2018

Una buona notizia arriva quest’anno sul fronte degli incendi boschivi: calano dai 6.550 del 2017 ai 2.034 del 2018, con una flessione in termini percentuali di quasi 69 punti. Ancora più significativa la positiva contrazione della superficie percorsa dal fuoco, che nell’ultimo anno ha interessato 14.600 ettari, con una flessione di quasi il 90% rispetto all’anno precedente (quando gli ettari finiti in cenere erano stati più di 140.000). Oltre alle attività di prevenzione e repressione, un grande aiuto alla riduzione degli incendi dell’anno scorso è stato dato dalle “condizioni climatiche e vegetazionali in generale poco favorevoli ai roghi” (come ha spiegato pure un comunicato ufficiale della Presidenza del Consiglio dei ministri). Sarebbe stato ovviamente meglio non registrare nessun incendio, ma il trend complessivo del 2018 è incoraggiante, soprattutto rispetto agli ultimi due anni che avevano fatto registrare record assoluti di incendi e superfici distrutte dalle fiamme. Le maggiori criticità si continuano a verificare nelle quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa, dove si è contato quasi il 51% degli incendi. Soprattutto in Sicilia, che ha il record assoluto di incendi (341) e di estensione di aree percorse dalle fiamme (10.250 ettari).

Incendi dolosi  – colposi – generici
Cufa – Cc Cfr Totale
Infrazioni accertate 1.572 462 2.034
Superficie boscata e non boscata (ha – ettaro) * 14.648
Denunce 272 34 306
Arrestati 5 4 9
Sequestri 73 16 89
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2018)
(*) Fonte: elaborazione Legambiente su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS al 30/05/2019.

Gli incendi dolosi  – colposi – generici nelle regioni a tradizionale presenza mafiosa
  Campania Puglia Calabria Sicilia Totale
Infrazioni accertate 162 223 309 341 1.035
% sul totale in Italia 50,9%
Superfice boscata e non boscata (ha – ettaro)* 153 124 1.874 10.250 12.401
Denunce 20 17 7 7 51
Arresti 0 0 1 0 1
Sequestri 0 2 48 1 51
 Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2018)
(*) Fonte: elaborazione Legambiente su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS al 30/05/2019.

La classifica regionale degli incendi dolosi  – colposi – generici
Regione Infrazioni accertate % sul totale Denunce Arresti Sequestri
1 Sicilia 341 16,8% 7 0 1
2 Calabria 309 15,2% 7 1 48
3 Puglia 223 11% 17 0 2
4 Toscana 201 9,9% 63 0 5
5 Campania 162 8% 20 0 0
6 Liguria 145 7,1% 47 1 4
7 Basilicata 124 6,1% 27 0 0
8 Lazio 105 5,2% 12 1 1
9 Lombardia 91 4,5% 20 1 1
10 Sardegna 85 4,2% 24 4 15
11 Piemonte 72 3,5% 23 1 2
12 Umbria 48 2,4% 13 0 4
13 Friuli Venezia Giulia 35 1,7% 3 0 0
14 Abruzzo 27 1,3% 8 0 1
15 Molise 21 1% 1 0 0
16 Marche 20 1% 6 0 5
17 Emilia Romagna 16 0,8% 7 0 0
18 Veneto 5 0,2% 0 0 0
19 Trentino Alto Adige 2 0,1% 0 0 0
19 Valle d’Aosta 2 0,1% 1 0 0
  TOTALE 2.034 100% 306 9 89
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2018)
La classifica provinciale degli incendi dolosi  – colposi – generici
  provincia infrazioni accertate
1 Cosenza 180
2 Palermo 116
3 Matera 85
4 Salerno 77
5 Foggia 71
6 Catanzaro 65
7 Taranto 52
7 Enna 52
8 Lecce 51
8 Catania 51
8 Firenze 51
9 Imperia 49
10 Bari 44
10 Crotone 44
11 Genova 42
12 Latina 40
13 Potenza 39
14 Avellino 36
15 Caltanissetta 34
15 Como 34
15 Torino 34
15 Perugia 34
16 Siracusa 32
16 Lucca 32
17 Savona 30
18 Massa Carrara 28
19 Viterbo 25
20 Trapani 24
20 La Spezia 24
20 Sassari 24
21 Caserta 23
21 Brescia 23
22 Gorizia 22
23 Pistoia 21
23 Nuoro 21
24 Cuneo 20
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2018)
Il business degli incendi dolosi  – colposi – generici (milioni di euro)
Settore Fatturato
Danno ambientale 5.260.539
Costo estinzione 4.191.060
Sanzioni accertate* 1.180.664
Totale 10.632.263
Fonte: elaborazione Legambiente su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS al 30/05/2019.
(*) Le sanzioni accertate attengono ai dati forniti dal Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dai Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2018).

 

Categorie ItaliaCategorie IncendiCategorie Numeri

Gli incendi. I numeri nel 2017

Nei dodici mesi dello scorso anno gli incendi boschivi sono stati 6.550, circa 18 al giorno, con una crescita del 41,3% rispetto al 2016. Un’impennata anche nei numeri delle persone denunciate (+102% tra piromani, ecocriminali, ecomafiosi e mitomani) di quelle arrestate (+143%) e dei sequestri (+77%). Nelle quattro regioni a tradizionale insediamento mafioso si è concentrato circa il 53% degli incendi, ma colpisce l’estensione delle aree finite in fumo: 102.047 ettari, quasi il 73% di quanto distrutto su scala nazionale.
Roghi che, secondo il dato aggiornato al 30 ottobre 2017, hanno bruciato più di 140.430 ettari di aree verdi del nostro paese, un’ecatombe che potrebbe essere evitata se gli enti pubblici, soprattutto le regioni e gli enti locali, dedicassero maggiore attenzione alla gestione dei nostri polmoni verdi.
Le stime economiche complessive sui danni cagionati dai roghi ruotano intorno ai 154,5 milioni di euro.
Le regioni con il più alto numero di incendi sono ancora una volta la Campania (1.138), la Calabria (1.104), la Sicilia (694), la Toscana (576) e la Puglia (533). Cosenza è la provincia più colpita (648 infrazioni), quindi Salerno (478), Avellino (395), Catanzaro (266) e Potenza (213).

Incendi dolosi – colposi – generici
Cufa – Cc Cfr Totale
Infrazioni accertate 5.547 1.003 6.550
Superfice boscata e non boscata (ha – ettaro) * 140.430
Denunce 563 89 652
Arrestati 19 15 34
Sequestri 141 29 170
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2017)
(*) Fonte: elaborazione Legambiente su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS al 30/10/2017.
Gli incendi dolosi – colposi – generici nelle regioni a tradizionale presenza mafiosa
Campania Puglia Calabria Sicilia Totale
Infrazioni accertate 1.138 533 1.104 694 3.469
% sul totale in Italia 53%
Superfice boscata e non boscata (ha -ettaro)* 19.284 4.650 35.241 42.872 102.047
% superfice boscata e non boscata sul totale in Italia (ha – ettaro) 72,7%
Denunce 50 31 24 11 116
Arresti 3 0 2 11 16
Sequestri 20 9 5 4 38
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2017)
(*) Fonte: elaborazione Legambiente su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS al 30/10/2017.
La classifica incendi dolosi – colposi – generici
Regione Infrazioni accertate % sul totale Denunce Arresti Sequestri
1 Campania 1.138 17,4% 50 3 20
2 Calabria 1.104 16,9% 24 2 5
3 Sicilia 694 10,6% 11 11 4
4 Toscana 576 8,8% 98 1 18
5 Puglia 533 8,1% 31 0 9
6 Lazio 450 6,9% 45 9 22
7 Basilicata 360 5,5% 25 0 2
8 Liguria 357 5,5% 91 0 15
9 Piemonte 224 3,4% 48 0 6
10 Lombardia 192 2,9% 26 3 6
11 Sardegna 187 2,9% 61 3 25
12 Umbria 151 2,3% 29 1 6
13 Emilia Romagna 150 2,3% 39 0 3
14 Abruzzo 150 2,3% 40 0 21
15 Friuli Venezia Giulia 110 1,7% 16 0 0
16 Molise 94 1,4% 3 0 0
17 Marche 37 0,6% 5 0 8
18 Veneto 28 0,4% 8 0 0
19 Valle d’Aosta 10 0,2% 2 0 0
20 Trentino Alto Adige 5 0,1% 0 1 0
TOTALE 6.550 100% 652 34 170
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2017).
La classifica provinciale degli incendi dolosi colposi e generici
Provincia Infrazioni accertate
1 Cosenza 648
2 Salerno 478
3 Avellino 395
4 Catanzaro 266
5 Potenza 213
6 Foggia 208
7 Palermo 199
8 Latina 175
9 Matera 147
10 Enna 141
11 Firenze 133
12 Crotone 130
13 Catania 126
14 Imperia 115
15 Caserta 112
16 Bari 104
17 Genova 102
18 Taranto 100
19 Perugia 99
20 Torino 97
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2017).
Business incendi dolosi – colposi – generici (milioni di euro)
Settore Fatturato
Danno ambientale 117.423.865
Costo estinzione 35.431.212
Sanzioni accertate* 1.685.480
Totale 154.540.557
Fonte: Legambiente la stima è calcolata sul totale degli ettari di superfice boscata e non boscata fornita dall’European Commission Emergency Management Service Copernicus (EMS) al 30/10/2017.
(*) Le sanzioni accertate attengono ai dati forniti dal Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dai Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2017).
Categorie ItaliaCategorie IncendiCategorie Numeri

Gli incendi. I numeri nel 2016

Sono stati 4.635 gli incendi boschivi che hanno visto l’intervento dell’ex Corpo forestale dello Stato (Cfs) e dei corpi forestali regionali, numeri ancora in crescita rispetto al 2015. Roghi che hanno mandato in fumo più di 27.000 ettari di aree verdi del nostro paese, un disastro senza pari. Le persone denunciate, tra piromani, ecocriminali ed ecomafiosi sono state 322, mentre quelle denunciate 14. Purtroppo, gli incendi non vengono appiccati solo d’estate. Uno degli ultimi casi di fiamme invernali che, nonostante le temperature basse, in poco tempo divorano pezzi di superficie boschive, risale al mese di febbraio, quando hanno devastato un ampio tratto di bosco a Solcio di Lesa, in provincia di Novara, oltre che in una riserva di caccia tra Oleggio e Gattico.
Le stime complessive fatte dal Cfs sui danni ambientali cagionati dai roghi ruotano intorno ai 14 milioni di euro, mentre i soli costi per l’estinzione sono stati quantificati in quasi 8 milioni, per un totale di quasi 22 milioni.

Incendi dolosi, colposi e generici in Italia
Cfs Cfr Totale
Infrazioni accertate 3.583 1.052 4.635
Denunce 237 85 322
Arrestati 7 7 14
Sequestri 55 41 96
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2016)
Superficie percorsa dagli incendi
 Tipologia (ha – ettaro)
Superfice boscata 6.584
Altro 4.771
Superfice non boscata 16.373
Totale 27.728

Nell’ultimo anno la Calabria è stata la regione più colpita dai roghi (848), più del 18% sul totale nazionale, seguita dalla Campania (759), dalla Sicilia (735) dal Lazio (436) e dalla Toscana (377); la Sardegna è comunque quella dove si sono registrati più arresti (7). Le province più colpite sono, nell’ordine, Cosenza, Salerno, Palermo, Latina e Catanzaro.

 La classifica regionale degli incendi dolosi, colposi e generici in Italia 
Regione Infrazioni accertate % sul totale Denunce Arresti Sequestri
1 Calabria↑ 848 18,3% 25 2 4
2 Campania ↓ 759 16,4% 9 2 3
3 Sicilia ↑ 735 15,9% 14 0 2
4 Lazio ↑ 436 9,4% 20 3 1
5 Toscana ↓ 377 8,1% 43 0 22
6 Puglia ↓ 373 8% 25 0 4
7 Sardegna = 259 5,6% 65 7 38
8 Liguria = 219 4,7% 42 0 9
9 Lombardia = 143 3,1% 9 0 2
10 Piemonte ↑ 114 2,5% 16 0 4
11 Basilicata ↓ 104 2,2% 14 0 3
12 Abruzzo = 57 1,2% 9 0 1
13 Friuli Venezia Giulia ↑ 55 1,2% 4 0 1
14 Emilia Romagna ↓ 52 1,1% 11 0 1
15 Molise ↑ 42 0,9% 5 0 1
16 Umbria ↑ 27 0,6% 3 0 0
17 Veneto ↓ 26 0,6% 4 0 0
18 Marche ↓ 6 0,1% 2 0 0
19 Valle d’Aosta ↑ 3 0,1% 2 0 0
20 Trentino Alto Adige ↓ 0 0% 0 0 0
  TOTALE 4.635 100% 322 14 96
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2016)
La classifica provinciale degli incendi dolosi, colposi e generici in Italia
  provincia Infrazioni accertate % sul totale
1 Cosenza ↑ 451 9,7%
2 Salerno ↓ 426 9,2%
3 Palermo ↑ 206 4,4%
4 Latina ↓ 205 4,4%
5 Catanzaro ↑ 157 3,4%
6 Crotone ↑ 146 3,1%
7 Lecce ↑ 119 2,6%
8 Avellino ↓ 116 2,5%
9 Taranto ↑ 113 2,4%
10 Imperia ↓ 104 2,2%
11 Enna ↑ 103 2,2%
12 Catania ↑ 99 2,1%
13 Benevento ↓ 96 2,1%
14 Reggio Calabria ↑ 91 2%
15 Firenze ↑ 89 1,9%
16 Frosinone ↓ 88 1,9%
17 Caserta ↑ 82 1,8%
18 Agrigento ↑ 77 1,7%
19 Foggia ↓ 72 1,6%
20 Caltanissetta ↑ 71 1,5%
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2016)
Categorie ItaliaCategorie IncendiCategorie Numeri

Gli incendi. I numeri nel 2015

L’incendio boschivo, sia doloso che colposo, è un delitto contro la pubblica incolumità e, come tale, è perseguito penalmente ed è disciplinato dall’art. 423 bis, secondo il quale chiunque cagioni un incendio su boschi, selve o foreste ovvero su vivai forestali destinati al rimboschimento, propri o altrui, è punito con la reclusione da 4 a 10 anni. Se l’incendio è cagionato per colpa, la reclusione va da 1 a 5 anni. Le pene sono, inoltre, aumentate della metà se l’incendio induce un danno grave, esteso e persistente all’ambiente.
Anche nel 2015 piromani, ecocriminali ed ecomafiosi hanno mandato in fumo la bellezza di 37.582 ettari di superficie boscata e non boscata. Con un trend in crescita del numero complessivo di reati accertati, che raggiungono quota 4.500, +48,7% rispetto all’anno precedente. Completano il quadro nefasto le 303 persone denunciate, i 9 arresti e i 108 sequestri. La Campania registra il numero più alto di infrazioni, 894 (quasi il 20% sul totale nazionale), poi, nell’ordine, la Calabria (692), la Puglia (502), la Sicilia (462) e il Lazio (440). Contando gli incendi sulla base della loro dislocazione provinciale, le più colpite – anche perché aree particolarmente ricche di boschi e/o di macchia mediterranea – risultano essere Salerno (421), Cosenza (336), Latina (209) e Foggia (193). Contando invece solo le quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa, qui la percentuale di incendi sale addirittura al 56,7%.

Incendi dolosi, colposi, generici. I dati suddivisi per forze dell’ordine
Cfs Cfr Totale
Infrazioni accertate 3.756 744 4.500
Denunce 222 81 303
Arrestati 6 3 9
Sequestri 57 51 108
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2015)
Superfice percorsa dagli incendi dolosi, colposi, generici
(ha – ettaro)
Superfice boscata 21.582
Superfice non boscata 16.000
Totale 37.582
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato (2015)
La classifica regionale degli incendi dolosi, colposi, generici
Regione Infrazioni accertate % sul totale Denunce Arresti Sequestri
1 Campania 894 19,9% 22 2 13
2 Calabria 692 15,4% 20 3 3
3 Puglia 502 11,2% 16 0 3
4 Sicilia 462 10,3% 3 1 1
5 Lazio 440 9,8% 12 0 1
6 Toscana 318 7,1% 47 1 13
7 Sardegna 239 5,3% 63 2 50
8 Liguria 223 5% 21 0 0
9 Lombardia 198 4,4% 13 0 11
10 Basilicata 153 3,4% 22 0 1
11 Piemonte 122 2,7% 20 0 7
12 Abruzzo 102 2,3% 4 0 0
13 Emilia Romagna 51 1,1% 14 0 1
14 Friuli Venezia Giulia 43 1% 15 0 0
15 Veneto 37 0,8% 7 0 2
16 Marche 24 0,5% 4 0 2
17 Trentino Alto Adige 0 0% 0 0 0
17 Umbria 0 0% 0 0 0
17 Molise 0 0% 0 0 0
17 Valle d’Aosta 0 0% 0 0 0
Totale 4.500 100% 303 9 108
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2015)
La classifica provinciale degli incendi dolosi, colposi, generici
Provincia Infrazioni accertate % sul totale
1 Salerno 421 9,4
2 Cosenza 336 7,5
3 Latina 209 4,6
4 Foggia 193 4,3
5 Avellino 175 3,9
6 Imperia 152 3,4
7 Catanzaro 147 3,3
8 Frosinone 127 2,8
8 Bari 127 2,8
9 Benevento 125 2,8
10 Taranto 119 2,6
11 Caserta 117 2,6
12 Crotone 110 2,4
13 Palermo 105 2,3
13 Potenza 105 2,3
14 Brescia 97 2,2
15 Agrigento 90 2,0
16 Catania 85 1,9
17 Massa Carrara 80 1,8
18 Reggio Calabria 75 1,7
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2015)
Categorie ItaliaCategorie IncendiCategorie Numeri
Giugno 2016

Piromane di Valsessera, Legambiente parte civile. “Si applichi la legge sugli ecoreati”

Legambiente si costituirà parte civile contro il piromane che nei mesi scorsi ha mandato in fumo più di 1.000 ettari di bosco nella Valsessera, in provincia di Biella. A dichiararlo è il direttore generale Stefano Ciafani. Il reo è stato identificato in un pastore quarantacinquenne che secondo le indagini della Guardia Forestale ha appiccato incendi … Continua a leggere Piromane di Valsessera, Legambiente parte civile. “Si applichi la legge sugli ecoreati”

Categorie PiemonteCategorie IncendiCategorie Storie

Gli incendi. I numeri nel 2014

Nel 2014 cala, seppure di poco, il numero degli incendi dolosi e colposi accertati: 3.026 (erano stati 3.042 l’anno prima), con 241 persone denunciate e 7 arresti. Crescono invece, e di molto, gli ettari andati in fumo, che dai 4,7mila del 2013 passano ai 22,4 dello scorso anno, 4 volte tanto.

La Sicilia, con 820 roghi, è la regione in testa alla classifica della cosiddetta “Italia in fumo”, seguita dalla Calabria con 438, dalla Campania con 322, dalla Sardegna con 321 e dalla Puglia  con 274: oltre il 61% è concentrato nelle quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa.

Le province più colpite sono quelle di Cosenza (204 incendi), Salerno (163), Latina (150), Palermo (130) e Agrigento (116). Il danno ambientale stimato dalle forze dell’ordine e pagato dalla collettività supera i 10 milioni di euro, mentre il mero costo per lo spegnimento ammonta a 4,4 milioni.

Gli incendi dolosi, colposi  e generici in Italia 
Corpo forestale dello Stato Corpi forestali regionali Totale
Infrazioni accertate 1.871 1.155 3.026
Denunce 130 111 241
Arrestati 3 4 7
Sequestri 30 43 73
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2014)
La classifica regionale degli incendi 
Regione Infrazioni accertate % sul totale nazionale Denunce Arresti Sequestri
1 Sicilia ↑ 820 27,1% 14 0 5
2 Calabria ↑ 438 14,5% 4 0 2
3 Campania = 322 10,6% 8 0 3
4 Sardegna ↑ 321 10,6% 94 4 38
5 Puglia ↓ 274 9,1% 13 1 0
6 Lazio = 248 8,2% 10 1 3
7 Liguria ↑ 123 4,1% 22 0 1
8 Lombardia ↑ 101 3,3% 8 0 1
9 Basilicata ↓ 95 3,1% 18 0 0
10 Toscana ↓ 85 2,8% 20 1 3
11 Piemonte = 50 1,7% 7 0 3
12 Abruzzo ↑ 35 1,2% 6 0 1
13 Emilia Romagna ↑ 32 1,1% 7 0 3
13 Molise ↓ 32 1,1% 3 0 0
14 Umbria = 18 0,6% 3 0 4
15 Veneto ↑ 11 0,4% 0 0 6
16 Friuli Venezia Giulia = 10 0,3% 0 0 0
17 Marche ↑ 7 0,2% 1 0 0
18 Trentino Alto Adige ↑ 2 0,1% 2 0 0
18 Valle d’Aosta ↑ 2 0,1% 1 0 0
  TOTALE 3.026 100% 241 7 73
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2014)
Superfice percorsa dagli incendi
  (ha – ettaro)
Superfice boscata 5.798
Altro 4.144
Superfice non boscata 12.505
Totale 22.447
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2014)
Il business degli incendi nel 2014
  Euro
Danno ambientale 10.171.379
Costo estinzione 4.446.401
Totale 14.617.780
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Corpo forestale dello Stato e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2014)
Categorie ItaliaCategorie IncendiCategorie Numeri
Luglio 2015

Nel casertano dà fuoco al bosco per farsi assumere nell’antincendio

Lo hanno incastrato le telecamere del Nucleo investigativo del Corpo forestale dello Stato, che lo hanno ripreso mentre dava fuoco, il 5 luglio scorso, a un pezzo di bosco a Falciano del Massico, in provincia di Caserta. Sceso dall’auto ha dato fuoco con un accendino a dei fogli di carta che poi ha gettato nelle … Continua a leggere Nel casertano dà fuoco al bosco per farsi assumere nell’antincendio

Categorie CampaniaCategorie IncendiCategorie Storie