I numeri degli incendi boschivi (2020)

Il 2020 è stato un anno nefasto per quanto riguarda la piaga degli incendi che hanno attraversato la nostra penisola, con i numeri ufficiali che restituiscono solo in parte la gravità di un fenomeno criminale tra i più devastanti, decisamente fuori controllo e ancora sottovalutato, sia sul fronte della prevenzione sia su quello della repressione. I danni cagionati da chi ha bruciato i boschi (e non solo), negli ultimi anni sono infatti incalcolabili, in termini di perdita di biodiversità, in valore economico e in sacrificio di vite umane.
A dare una dimensione più tangibile, sebbene sottostimata, al problema, basta un confronto tra i numeri forniti dalle forze dell’ordine: a fronte di 4.233 reati accertati, nel 2020, le persone arrestate sono state 18 (l’anno precedente erano state solo 10). Ad andare in cenere oltre 62.000 ettari di superficie boscata e non boscata (+18,3% rispetto al 2019), 552 le persone denunciate e 79 i sequestri operati dai Carabinieri del Cufa e dai Corpi forestali delle regioni a statuto speciale.
Il 54,7% dei roghi si è concentrato in Campania, Sicilia, Calabria e Puglia, che sono anche le regioni che guidano la classifica nazionale del fuoco, seguite dal Lazio, dalla Basilicata, dalla Toscana e dalla Sardegna. La provincia più colpita è stata quella di Cosenza, con 366 reati accertati, quindi quella di Salerno con 335, Palermo con 174, Foggia con 172, Potenza con 167 e Avellino con 162. Il trend, come accennato, è purtroppo in crescita già dal 2019, come evidenzia il grafico sugli incendi dal 2006 al 2020, con picchi che si registrano, quasi sistematicamente, ogni cinque anni.

Incendi dolosi  – colposi – generici
Cufa – CcCfrTotale
Reati3.4008334.233
Superfice boscata e non boscata (ha) *62.623
Denunce45894552
Arresti15318
Sequestri552479
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale e su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS (2020)
Gli incendi dolosi  – colposi – generici nelle regioni a tradizionale presenza mafiosa
 CampaniaPugliaCalabriaSiciliaTotale
Reati7054605675822.314
% sul totale nazionale54,7%
Superfice boscata e non (ha)4.3261.5579.16636.32151.370
% sul totale superfice boscata e non 82%
Denunce53282514120
Arresti50207
Sequestri436114
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale e su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS (2020)
La classifica regionale degli incendi dolosi  – colposi – generici
RegioneReati% sul totale nazionaleSuperfice boscata e non  (ha)Denunce ArrestiSequestri
1Campania70516,7%4.3265354
2Sicilia58213,7%36.3211401
3Calabria56713,4%9.1662526
4Puglia46010,9%1.5572803
5Lazio3518,3%3.4473646
6Basilicata2846,7%5766104
7Toscana2305,4%11968210
8Sardegna1984,7%4.78279323
9Lombardia1463,4%6372502
10Piemonte1423,4%2213604
11Liguria1253%03802
12Emilia Romagna862%02914
13Molise852%80800
14Abruzzo721,7%1.1951202
15Umbria701,7%1511503
16Friuli Venezia Giulia421%45000
17Veneto380,9%0711
18Marche360,9%01504
19Trentino Alto Adige90,2%0000
20Valle d’Aosta50,1%0300
 TOTALE4.233100%62.6235521879
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale e su dati European Commission Emergency Management Service Copernicus EMS (2020)
La classifica provinciale degli incendi dolosi  – colposi – generici
 ProvinciaReati
1Cosenza366
2Salerno335
3Palermo174
4Foggia172
5Potenza167
6Avellino161
7Latina125
8Matera117
9Lecce116
10Catania96
11Caserta95
12Crotone94
13Taranto90
14Frosinone85
15Bari76
16Catanzaro75
17Caltanissetta73
18Torino63
19Napoli62
19Enna62
Fonte: Elaborazione Legambiente su dati del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA) e dei Corpi forestali delle regioni a statuto speciale (2020)