I numeri dell’archeomafia (2020)

Nel 2020 l’attività delle forze dell’ordine per tutelare i beni del nostro prezioso patrimonio culturale ha registrato un significativo incremento sotto il profilo ispettivo. Tra aree archeologiche, musei, case d’asta, negozi, fiere e mercati dell’antiquariato, oltre ad abitazioni di collezionisti privati, i controlli sono stati 11.801, con una media di 32 al giorno, con una crescita, rispetto all’anno precedente, del 32%.
A fronte di questo aumentato impegno sul campo, si registra, per fortuna, un calo dei furti, che passano da 613 a 501 (-18%), così come delle persone denunciate, da 1.730 a 1.424 (-18%) e delle persone arrestate, che vanno da 73 a 29 (-60%).
Diminuiscono anche altri parametri, come i sequestri in attività di tutela (-53%), il numero di sanzioni amministrative comminate (-62%) e quello degli oggetti recuperati, che da 905.472 scendono a 515.267 (-43%), tra oggetti d’arte provenienti da furto e opere false.
Guardando nel dettaglio i dati forniti dalle forze dell’ordine, gli oltre cinquecentomila oggetti recuperati dal mercato illegale nel corso del 2020 rappresentano un “bottino” costituito in larghissima parte, per oltre il 90%, da beni librari e archivistici. Più di 7.000 sono monete antiche provenienti da scavi archeologici clandestini e altrettante le sculture complete, che si sono cioè conservate integralmente. Quasi 11.000 i reperti archeologici, tra pezzi interi e frammenti di vasellame e sculture. Oltre 2.200 le opere false, tra dipinti, disegni, sculture e altri oggetti spacciati per antichi.
Grazie alla classificazione elaborata dai Carabinieri tutela patrimonio culturale, si scopre che il tesoro recuperato proviene principalmente da abitazioni private, quindi da luoghi di culto, da archivi, da musei e pinacoteche.

Il saccheggio del patrimonio culturale
Cufa -Ctpc – CcGdfCdp**CfrPsTotale
Controlli*7.3971274.2760111.801
Furti d’opere d’arte*2961514581501
Denunce1.13226841911.424
Arresti28000129
Abusivismo edilizio in area vincolata55000055
Scavi clandestini24000024
Associazioni a delinquere perseguite2*00002*
Sequestri effettuati in attività di tutela153145000298
Sequestri terreni, immobili e mobili sottoposti a tutela00000165
Sanzioni amministrative32100841
Totale oggetti d’arte recuperati00000515.267
Beni culturali sottoposti a controllo e accertamento fotografico in banca dati34.024000034.024
Fonte: elaborazione Legambiente su dati del Comando Carabinieri tutela patrimonio culturale, Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA), Guardia di finanza, Capitanerie di porto, Corpi forestali delle regioni a statuto speciale, Polizia dello Stato (2020).
* (aree tutelate da vincoli paesaggistici, aree archeologiche, musei-biblioteche – archivi, esercizi antiquariali, commerciali e privati, mercati e fiere antiquariali, beni culturali controllati in banca dati)
**vigilanza archeologica marittima, Controlli in materia archeologica
il saccheggio del patrimonio culturale nelle regioni a tradizionale presenza mafiosa
 CampaniaPugliaCalabriaSiciliaTotale
Furti d’opere d’arte45581244159
% sul totale nazionale31,7%
Fonte: elaborazione Legambiente su dati del Comando Carabinieri tutela patrimonio culturale, Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA), Guardia di finanza, Capitanerie di porto, Corpi forestali delle regioni a statuto speciale, Polizia dello Stato (2020).
La classifica dell’arte rubata 
 RegioneFurti di opere d’arte% sul totale nazionale
1Lazio7314,6%
2Puglia5811,6%
3Toscana5310,6%
4Campania459%
5Sicilia448,8%
6Emilia Romagna418,2%
7Veneto387,6%
8Lombardia285,6%
9Piemonte234,6%
10Liguria163,2%
11Sardegna153%
12Calabria122,4%
13Molise112,2%
13Umbria112,2%
14Marche102%
15Abruzzo91,8%
16Friuli Venezia Giulia81,6%
17Basilicata20,4%
17Trentino Alto Adige20,4%
17Valle D’Aosta20,4%
Totale501100%
Fonte: elaborazione Legambiente su dati del Comando Carabinieri tutela patrimonio culturale, Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA), Guardia di finanza, Capitanerie di porto, Corpi forestali delle regioni a statuto speciale, Polizia dello Stato (2020).
Il tesoro recuperato
TipologiaNumero di oggetti
Beni Librari e archivistici480.388
Numismatica archeologica proveniente da scavi clandestini7.661
Sculture complete7.479
Reperti archeologici interi6.239
Frammenti reperti archeologici (vasellame, sculture, etc.)4.750
Numismatica (monete)3.826
Falsi (quadri, dipinti, disegni a mano, grafica sculture e altri oggetti antichi)2.233
Arte tessile642
Altri oggetti antichi582
Armi artistiche426
Oggetti religioso/devozionale280
Miscellanea236
Certificazioni false234
Lavori in vetro94
Reperti paleontologici93
Vasellame completo79
Ebanisteria16
Strumenti musicali5
Oreficeria/ Bigiotteria/ Glittica2
Strumenti misuratori del tempo2
Totale515.267
Fonte: elaborazione Legambiente su dati del Comando Carabinieri tutela patrimonio culturale, Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri (CUFA), Guardia di finanza, Capitanerie di porto, Corpi forestali delle regioni a statuto speciale, Polizia dello Stato (2020).