Aprile 2016

Abusi edilizi: sequestrato un fabbricato a Porto Venere, denunciati i proprietari

Gli agenti del Comando Stazione di La Spezia hanno sequestrato, in località Colle Bruciato dell’isola Palmaria, nel Comune di Porto Venere, in provincia di La Spezia, un fabbricato situato in un’area di elevatissimo pregio ambientale. Il manufatto, originariamente accatastato come fabbricato rurale ma poi divenuto, con una procedura oggetto di accertamenti in corso, ad uso residenziale, era in corso di ristrutturazione senza alcun titolo abilitante e, quindi, del tutto abusivamente. I due proprietari sono stati denunciati.
La ristrutturazione era stata preceduta dalla distruzione di parte del bosco circostante, mediante il taglio di numerose piante di leccio e roverella, presumibilmente allo scopo di rendere meglio visibile il panorama mozzafiato che spazia dalle Cinque Terre, la Chiesa di San Pietro, il relativo borgo di Porto Venere e il Golfo della Spezia sulla destra.
Sul posto era presente uno dei proprietari dell’immobile, il quale ammetteva di non essere in possesso di alcun titolo per le opere realizzate.
Il fabbricato e l’area pertinenziale, compresa la parte di bosco distrutta, sono stati sottoposti a sequestro preventivo e probatorio e i due proprietari sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per opere edilizie abusive in zona sottoposta a vincolo paesaggistico ed ambientale.