Marzo 2016

Trasporto di agnelli, sanzioni per violazioni alla normativa CE

agnelliNell’ambito dei controlli inerenti il benessere degli animali e la sicurezza alimentare, intensificati nel periodo precedente la Pasqua, un carico di 900 agnelli provenienti dalla Romania e destinati a industrie di macellazione è stato fermato nella zona industriale di Pontinia, in provincia di Latina, dai Forestali del Comando Provinciale di Latina e del Nucleo Investigativo per i Reati in Danno agli Animali (NIRDA). A causa delle numerose violazioni riscontrate, il veicolo che li trasportava è stato sottoposto a fermo amministrativo e sono state elevate sanzioni per 6mila euro.
I capi ovini sono stati controllati con l’ausilio di medici veterinari della Azienda Sanitaria Locale di Latina, Servizio Igiene degli Allevamenti e Produzioni Zootecniche, per verificare le condizioni di salute degli animali durante il trasporto. Tra le violazioni accertate è stata riscontrata l’eccessiva densità di carico e quindi l’inflizione di inutile sofferenza agli animali, a causa di spazi non sufficienti ad assicurare loro ventilazione e termoregolazione adeguata e mancata possibilità, per gli stessi, di avere movimenti naturali all’interno del semirimorchio, oltre che di accedere facilmente al dispositivo di abbeveraggio. È stata accertata anche la morte di alcuni esemplari, avvenuta prima dell’arrivo a destinazione.
Ulteriori inadempienze hanno riguardato la regolare tenuta del giornale di viaggio e l’inidoneità del sistema di controllo del livello dell’acqua, secondo quanto prescritto dalla normativa di settore che sanziona le violazioni delle disposizioni del Regolamento CE n. 1/2005 sulla protezione degli animali durante il trasporto e le operazioni correlate.
Le infrazioni hanno comportato, come sanzione accessoria, il fermo amministrativo del veicolo sul quale erano stati caricati gli ovini.