Il cemento. I numeri nel 2015

Nel 2015 le forze dell’ordine hanno accertato 4.926 reati legati al ciclo del cemento. Le indagini concluse nello stesso arco di tempo hanno portato alla denuncia di 5.668 persone, 16 arresti e 1.275 sequestri.ecomafia_slides_8_abusivismo
La gran parte delle operazioni, oltre il 90%, è stata condotta dalle Capitanerie di porto, dal Corpo forestale dello stato e dai Corpi forestali regionali. Rispetto all’anno precedente, si registra comunque un calo del 14,3% per quel che riguarda le infrazioni (erano 5.750 nel 2014). Quasi la metà, in linea con gli altri anni, si è concentrata nelle quattro regioni a tradizionale insediamento mafioso e la regione che stabilmente guida la classifica nazionale è la Campania, con 886 reati accertati, il 18% del totale, 834 denunce, 3 arresti e 264 sequestri. Seguono la Calabria con 593 infrazioni, 560 denunce e 188 sequestri, il Lazio con 514 infrazioni (577 denunce e 163 sequestri) e la Sicilia con 499 reati accertati (514 persone denunciate e 125 sequestri). Su scala provinciale, Napoli svetta in testa alla classifica con 301 infrazioni, seguita da altre due province campane, ossia Avellino (260) e Salerno (229); quindi Cosenza, a quota 199, Latina (175), Foggia (166) e Reggio Calabria (158). La provincia di Roma è ottava con 155 reati accertati.

Le infrazioni nel ciclo del cemento in Italia
Comando tutela ambiente -CarabinieriGuardia di finanzaCapitanerie di portoCorpo forestale dello StatoCorpi forestali regionaliPolizia di StatoPolizie provincialiTotale
Infrazioni accertate702911.2752.77845710454.926
Denunce1435271.2752.93175311285.668
Arresti008800016
Sequestri2029141845379591.275
Fonte: elaborazione Legambiente su dati forze dell’ordine, Capitanerie di porto e Polizie provinciali (2015)* 20/106 Polizie provinciali
Le infrazioni nel ciclo del cemento nelle regioni a tradizionale presenza mafiosa
CampaniaPugliaCalabriaSiciliaTotale
Infrazioni accertate8864325934992.410
% sul totale nazionale18%8,8%12%10,1%48,9%
Denunce8345085605142.416
Arresti390012
Sequestri264158188125735
Fonte: elaborazione Legambiente su dati forze dell’ordine, Capitanerie di porto e Polizie provinciali (2015) * 20/106 Polizie provinciali
La classifica provinciale dell’illegalità nel ciclo del cemento
ProvinciaInfrazioni accertate% su totale nazionale*
1Napoli3016,2%
2Avellino2605,4%
3Salerno2294,7%
4Cosenza1994,1%
5Latina1753,6%
6Foggia1663,4%
7Reggio Calabria1583,3%
8Roma1553,2%
9Crotone1292,7%
10Catania1182,4%
11Messina1132,3%
12Potenza982%
13Cagliari972%
14Trento931,9%
15Palermo911,9%
15Firenze911,9%
16Imperia841,7%
17Livorno821,7%
18Bari781,6%
19Brescia741,5%
Fonte: elaborazione Legambiente su dati forze dell’ordine, Capitanerie di porto e Polizie provinciali (2015) *esclusi i dati dei Carabinieri Tutela Ambiente
La classifica regionale dell’illegalità nel ciclo del cemento
    RegioneInfrazioni accertate% su totale nazionaleDenunceArrestiSequestri
1Campania88618%8343264
2Calabria59312%5600188
3Lazio51410,4%5770163
4Sicilia49910,1%5140125
5Puglia4328,8%5089158
6Toscana3426,9%4120106
7Sardegna2545,2%561081
8Lombardia2144,3%259012
9Liguria2084,2%307049
10Abruzzo1563,2%183019
11Basilicata1513,1%127215
12Veneto1432,9%191027
13Marche1412,9%141013
14Emilia Romagna992%123012
14Trentino Alto Adige992%11201
15Piemonte861,7%151218
16Friuli Venezia Giulia811,6%7905
17Molise200,4%21016
18Umbria80,2%803
19Valle d’Aosta00000
 Totale4.926100%5.668161.275
Fonte: elaborazione Legambiente su dati forze dell’ordine, Capitanerie di porto e Polizie provinciali (2015)