Marzo 2016

Sequestrati depuratori nel pescarese

I depuratori comunali di Manoppello e Lettomanoppello, insieme alle condotte e agli scarichi fognari del comune di Tocco da Casauria, in provincia di Pescara, sono stati sequestrati. Il provvedimento è stato eseguito dalla Polizia Ambientale e Forestale di Pescara, dal Corpo Forestale dello Stato e dalla della Capitaneria di Porto. L’accusa, per due pescaresi con ruoli dirigenziali nella società che gestisce la depurazione nei comuni interessati, è di aver effettuato, in concorso tra loro, uno scarico non autorizzato sul suolo e uno sversamento di reflui e liquami maleodoranti, molesti per la popolazione residente, oltre al getto pericoloso di cose senza la necessaria autorizzazione allo scarico, provocando così l’inquinamento delle acque. Dietro disposizione del Pubblico Ministero, entrambi i depuratori sequestrati sono stati dati in custodia giudiziale ai dirigenti degli Uffici Tecnici dei Comuni di Manoppello e Lettomanoppello, proprietari degli stessi, i quali dovranno ora adottare urgenti misure di ripristino.