Aprile 2015

Venezia, sequestrata casa galleggiante abusiva

Una casa galleggiante di circa 90 metri quadrati, arredata e con servizi ma senza permesso edilizio e senza alcun tipo di scarico refluo legale, è stata sequestrata dalla Guardia di Finanza della stazione navale di Venezia vicino a Forte Alberoni. Due persone sono state denunciate. La struttura, inizialmente ormeggiata su un lago della Lombardia, era stata portata al Lido circa vent’anni fa. La prima collocazione era stata la laguna; successivamente, nel corso degli anni, era stata trovata una posizione più defilata nel canale che costeggia via Della Droma.
È risultato che la società proprietaria del Forte e dello specchio d’acqua antistante non pagava le imposte locali da anni, per una presunta evasione fiscale di 98mila euro.
Le Fiamme Gialle avevano posto i sigilli una prima volta alla struttura circa 3 mesi fa, quando la casa era disabitata da diversi mesi. I primi proprietari erano stati alcuni turisti stranieri che avevano acquistato la casa per trascorrevi le vacanze estive. Nel tempo la casa ha avuto altri 5 inquilini. L’idea di collocare una casa galleggiante lungo un canale fu di un cittadino veneziano che voleva vivere in mezzo alla laguna.