Aprile 2015

Pneumatici fuori uso sulla collina di Collalto: iniziano le operazioni di bonifica

Da oltre dieci anni le colline senesi, in località Rapolano Terme, ospitano una discarica abusiva con 2.700 tonnellate di pneumatici fuori uso. Questa piaga che affligge una delle zone più belle d’Italia ha però le ore contate grazie alla bonifica finalmente iniziata sotto la responsabilità del consorzio Ecopneus. Le operazioni vedono coinvolte 12 aziende partner della Ecopneus e, stando alle stime, saranno ultimate entro l’estate. Il corretto recupero e riuso delle gomme potrebbe realizzare oltre 68 km di strade sicure, fonoassorbenti e durature, oppure 24 campi da calcio in erba sintetica di ultima generazione o, in alternativa, il soddisfacimento del bisogno energetico di una città grande come Siena per un intero quadrimestre. “Il sito di Rapolano, nelle colline senesi, si trova su una delle aree più belle d’Italia che tutto il mondo ci invidia. Riuscire a intervenire qui significa quindi anche tutelare la bellezza e le qualità del nostro Paese, scongiurando un pericolo per l’ambiente e la salute dei cittadini, senza costi per la comunità e trasformando quello che era un problema in preziose materie prime seconde per tante utili applicazioni” ha dichiarato Giovanni Corbetta, direttore generale di Ecopneus.
“Dopo anni di battaglie legali con i proprietari del terreno oggi diamo una svolta a Collalto – ha detto il sindaco di Rapolano Terme, Emiliano Spanu –. In primo luogo dal punto di vista della sicurezza perché con la rimozione dei PFU si scongiura il rischio più grande, quello di un potenziale nuovo disastro ambientale. L’impegno dell’amministrazione comunale rimarrà forte e costante per quanto riguarda Collalto – conclude il primo cittadino – per reperire i fondi, in concertazione con la Regione Toscana, al fine di completare totalmente lo svuotamento del sito”.