Maggio 2015

Abusi edilizi, sequestrato stabilimento balneare nel catanese

La Sezione di Polizia Giudiziaria del Corpo Forestale dello Stato ha sottoposto a sequestro penale uno stabilimento balneare in località Vaccarizzo a Catania, in zona B della Riserva Naturale Orientata “Oasi del Simeto”.
Le indagini preliminari, coordinate dalla Procura della Repubblica di Catania, hanno appurato che la struttura balneare – estesa per oltre 15mila mq e appartenente al Demanio Marittimo Regionale – era oggetto di un intervento edile di ristrutturazione condotto in assenza delle prescritte concessioni e autorizzazioni. Numerose sono state le violazioni accertate rispetto alla normativa sulla tutela ambientale, che assumono maggiore rilevanza in relazione ai vincoli ambientali che gravano sull’area (la quale costituisce, tra l’altro, Sito di Interesse Comunitario ITA 0700001 e Zona di Protezione Speciale ITA 070029).
Gli accertamenti hanno consentito di appurare che i rifiuti prodotti dai lavori edili, fra cui consistenti quantità di eternit, erano stati illecitamente smaltiti all’interno del vicino boschetto demaniale, mentre una grande quantità di reflui sarebbe stata sversata in pozzi direttamente sulla spiaggia a pochi metri dal mare.
Numerose le violazioni anche alla normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.