Aprile 2015

Sequestrate quattro tonnellate di carni avariate tra Agrigento, Palermo e Trapani

“I macellai mettevano in vendita carni ormai vecchie e in decomposizione, presentandole come fresche grazie all’ aggiunta di queste sostanze a base di anidride solforosa che rendevano il prodotto appetibile agli occhi del cliente”. Questo è quanto si legge in una nota dei Nas di Palermo all’ esito di una serie di controlli in diverse macellerie delle province di Trapani, Palermo e Agrigento. L’operazione si è conclusa con il sequestro di quattro tonnellate di carni, regifrigerate e congelate, trattate con solfiti e nitrati per renderle di colore rosso vivo tipico delle carni fresche appena macellate. Sono stati inoltre denunciati 23 macellai i quali rischiano anche la revoca dell’autorizzazione da parte dell’azienda sanitaria locale.