Settembre 2015

Abusivismo edilizio, dodici indagati. Nei guai anche un tecnico comunale

Lottizzazione abusiva, abusivismo edilizio per la realizzazione di immobili in zona vincolata in assenza di autorizzazione paesaggistica e di titoli abilitativi alla richiesta, falso ideologico. Questi sono i reati contestati a vario titolo alle dodici persone indagate nell’ambito di una lunga e complessa inchiesta giudiziaria condotta dal Nucleo investigativo di Polizia ambientale e forestale di Lecce. Si tratta, in particolare, di sei proprietari, cinque progettisti e il responsabile dell’ufficio tecnico comunale del comune di San Donato di Lecce.
Le indagini erano iniziate nel maggio del 2013, quando, a seguito di un esposto, gli uomini della Forestale diedero inizio a una meticolosa attività di controllo nelle campagne di San Donato di Lecce, dove si era proceduto alla lottizzazione di un vasto terreno agricolo dell’estensione pari a circa 8,5 ettari sottoposto a vincolo paesaggistico. L’intero terreno era stato suddiviso in dieci piccoli lotti di superficie variabile, all’interno dei quali erano state realizzate abitazioni in assenza di autorizzazione paesaggistica. I proprietari, inoltre, non sono in possesso della qualifica di imprenditori agricoli o coltivatori diretti, né la costruzione può ritenersi a servizio di finalità agricole.