Dicembre 2015

Abitazione abusiva sul demanio marittimo. Sigilli della Guardia Costiera

A seguito di verifiche effettuate lungo il litorale di Torre Lapillo, nel comune di Porto Cesareo in provincia di Lecce, gli agenti della Guardia Costiera di Gallipoli hanno apposto i sigilli a un’area demaniale marittima posta all’interno delle recinzioni perimetrali di un’abitazione civile di circa 140 mq. Dalle indagini sull’immobile condotte dai militari, anche presso gli uffici dell’Agenzia del Demanio e dell’Ufficio Provinciale del Territorio di Lecce, sono emerse numerose infrazioni al Codice della Navigazione, al Testo Unico sull’edilizia e al Codice Penale. L’area demaniale, occupata e danneggiata con una pavimentazione di circa 700 mq realizzata con asfalto, piastrelle e prodotto cementizio, è stata sequestrata insieme all’abitazione, al muro di recinzione realizzato in conci di tufo della lunghezza di circa 60 metri lineari, nonché a numerose opere di servizio alla medesima abitazione, quali cisterne interrate, fossa Imhoff e impianti vari. Oltre ai sigilli è stato deferito il proprietario dell’abitazione, che dovrà rispondere di occupazione abusiva di demanio marittimo, realizzazione di opera in assenza o difformità del permesso a costruire in zone sottoposte a vincolo paesaggistico, distruzione e deturpamento di bellezze naturali.