Febbraio 2015

Sequestrati 1.400 Kg di pasta con falsa dichiarazione di provenienza in un’azienza nel barese

I Forestali del Comando Regionale della Puglia hanno sottoposto a sequestro 1.400 Kg di pasta e denunciato per frode in commercio il titolare di un’azienda del barese attiva nella produzione e commercializzazione di paste alimentari secche e fresche.
Sulle confezioni di pasta secca sottoposte a sequestro, oltre alla presenza di due bandiere italiane, era riportata la dicitura “Pasta prodotta con grano duro della Puglia”. I Forestali hanno però verificato come il prodotto preso in esame fosse in realtà realizzato con grano duro extracomunitario proveniente da Messico, Stati Uniti e Canada.
Inoltre, contrariamente a quanto riportato in etichetta, la pasta non era prodotta dalla ditta oggetto del controllo, ma da un altro pastificio di Bari e veniva venduta a un prezzo raddoppiato rispetto a quello di acquisto.
Infine, durante il controllo è stata accertata la presenza di pasta priva di informazioni inerenti il lotto di produzione e la data di scadenza e non accompagnata da altra documentazione idonea per la tracciabilità.