Maggio 2015

Smaltimento illegale di rifiuti a Caserta. Confisca da 5 mln di euro ai fratelli Roma

Su proposta del Direttore della Dia, il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha emesso un decreto di confisca dei beni nei confronti dei fratelli Roma, imprenditori nel settore dello smaltimento dei rifiuti legati alla fazione Bidognetti del clan dei casalesi.
Secondo la ricostruzione degli investigatori, i Roma svolgevano la loro attività come intermediari, trasportatori, depositari nonché smaltitori illegali di rifiuti alla dirette dipendenze dei casalesi. Il valore dei beni mobili e immobili e delle società confiscate ammonta a circa 5 milioni di euro.