Gennaio 2015

Mozzarelle senza latte, blitz dei NAS a un caseificio nel salernitano

I carabinieri del NAS di Salerno hanno sequestrato un caseificio nel Comune di Serre, in provincia di Salerno, che produceva mozzarella senza approvvigionarsi di latte.
In particolare, dagli accertamenti svolti nel sito produttivo è emersa la presenza di ingenti quantitativi di cagliata (un semilavorato che consente di accorciare i tempi produttivi e ottenere il prodotto con costi notevolmente inferiori) proveniente dall’est Europa, oltre a un anomalo e ingiustificato accumulo di prodotti caseari di ogni sorta provenienti da altri caseifici e dalla grande distribuzione alimentare. Alcuni di questi prodotti sono risultati ancora in corso di validità, altri scaduti e alcuni persino in stato di alterazione.
Il titolare del caseificio, secondo gli investigatori, effettuava la produzione mescolando alla cagliata i latticini ritirati dal mercato, addizionandoli con prodotti chimici per rendere il prodotto più presentabile e gustoso.
Ulteriori infrazioni sono state riscontrate in relazione alle attrezzature e ai combustibili impiegati per l’affumicatura dei prodotti lattiero-caseari. Quest’ultima, infatti, veniva praticata nel retro di un furgone in disuso e i fumi convogliati sugli alimenti provenivano da fusti metallici dotati di impropri comignoli di fortuna.