Marzo 2015

Vasto (CH), sequestrata discarica abusiva di oltre 1.100 mq

La Compagnia della Guardia di Finanza di Vasto, in provincia di Chieti, ha sequestrato una discarica abusiva a cielo aperto al centro del Comune vastese, risultata di proprietà di due cittadini italiani denunciati all’Autorità Giudiziaria per attività di gestione non autorizzata di rifiuti. Nella discarica, un’area di oltre 1.100 mq, venivano stoccati in totale violazione delle normative vigenti, senza alcuna autorizzazione o precauzione, approssimativamente 100 quintali di rifiuti speciali, alcuni dei quali particolarmente tossici. In particolare sono stati rinvenuti calcinacci, materiali ceramici, plastici e metallici, elettrodomestici fuori uso, pezzi meccanici, batterie, oli esausti e prodotti chimici per l’agricoltura posti all’interno di un prefabbricato in metallo situato all’interno dell’area. Ad aggravare la situazione concorre il fatto che lo stoccaggio del materiale avveniva in prossimità di un corso d’acqua, con possibile sversamento dei liquami e successiva contaminazione delle acque.
Sono in corso indagini per verificare l’eventuale coinvolgimento di altri soggetti che si sarebbero serviti del sito per il conferimento dei rifiuti, nonché approfondimenti sulla posizione fiscale dei proprietari per l’eventuale proposta di recupero a tassazione dei redditi derivanti dall’attività illecita.
Il terreno è stato sottoposto a sequestro, mentre i soggetti sono stati denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria di Vasto per la violazione della normativa ambientale di cui al D.Lgs. 152/2006.