Ottobre 2014

Miniere di Bosco e Pasquasia trasformate in depositi abusivi ad altissima tossicità

Le miniere del Nisseno trasformate in discariche per rifiuti tossici: questa la triste scoperta dei carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Caltanisetta. Nelle miniere sequestrate a San Cataldo, denominate dal Noe, Bosco,  Palo 1 e Palo 2, sono stati rinvenuti migliaia di tonnellate di cemento amianto e oli esausti  L’operazione si è conclusa con l’iscrizione nel registro degli indagati dell’ex vice commissario delegato per l’emergenza bonifiche, Felice Crosta, e i funzionari regionali Dario Ticali e Marco Lupo, soggetti attuatori del commissario delegato in materie di bonifiche e risanamento ambientale accusati di  disastro ambientale colposo e discarica abusiva. Le indagini svolte hanno registrato un’incidenza dei casi di tumore e di mortalità nella zona che drammaticamente richiama alle statistiche della Terra dei Fuochi: negli undici comuni dislocati nelle vicinanze delle miniere di Paquasia e Bosco Palo, infatti, si è calcolato un 43% di decessi per tumore, una percentuale  a dir poco allarmante se si considera che supera di quattro volte quella registrata a Gela.