Novembre 2014

Cinque discariche di rifiuti pericolosi e amianto fra i boschi del varesotto

I boschi dell’Alto Varesotto trasformati in discariche abusive di rifiuti contenenti sostanze pericolosissime, tra cui 55 fusti contaminati da acidi, 110 kg di materiali in amianto, 60 tonnellate di residui di asfalto, 22 carcasse di veicoli, cinque cisterne contaminate da oli minerali e 30 tonnellate di rottami metallici. L’operazione si è conclusa con il sequestro di un area di oltre 12mila metri quadri nel Varesotto e la denuncia di 5 persone. All’ origine delle indagini una verifica fiscale nei confronti di una società che si occupa di recupero di rifiuti che ha permesso di arrivare alle altre imprese coinvolte.