Novembre 2014

Genova: traffico illecito di rifiuti alla Tirreno Power, chiesto il processo per 7 persone

Attività organizzata per il traffico illecito di rifiuti e sversamento di ceneri, queste le accuse mosse dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Genova che ha chiesto il rinvio a giudizio dei dirigenti delle società Dellatorre, Tirreno Power e Suprema srl. In particolare, l’impianto accusatorio farebbe emergere la realizzazione ad opera degli indagati di una discarica non autorizzata in un cantiere per la costruzione di un impianto sportivo a Narzole nel cuneese al cui interno sarebbero state interrate quasi 30 mila tonnellate di ceneri leggere prodotte dalla combustione del carbone della Tirreno power. Secondo il magistrato “ i responsabili della Tirreno power erano consapevoli che l’impianto della Dellatorre era privo delle prescritte autorizzazioni” e “che l’impianto non era adeguato alla produzione di conglomerati cementizi per l’assenza di idonee attrezzatura e di personale specializzato”